Tag Archive for Moroni G.B.

Fiorano al Serio

Fiorano al Serio - Bergamo

PARROCCHIALE All’interno il polittico, risalente al 1575, eseguito da Giovanni Battista Moroni. Dipinto ad olio su tela è costituito da sei pannelli: in quello centrale è rappresentato san Giorgio a cavallo nell’atto di trafiggere il drago con a fianco una nobile donzella; in quello della cimasa è dipinta la Vergine col Bambino; ai due lati in basso sono raffigurati Sant’Alessandro e S. Defendente; ai due lati in alto, Santa Lucia e Santa Apollonia. Il Moroni ebbe un compenso di lire 400 ed una soma di frumento. Inoltre la chiesa contiene numerosi affreschi cinquecenteschi ed una serie di pale d’altare di artisti quali Gian Paolo Cavagna (L’ultima cena), Enea Salmeggia (La Madonna del Rosario), Troilo Lupi (Adorazione dei Re magi), Vincenzo Angelo Orelli (L’Addolorata) ed Enrico Albrici (Madonna col Bambino in gloria).

Jpeg

 

s.gio2

Cenate Sotto

Cenate Sotto - Bergamo

 

PARROCCHIALE

 

 

G. B. Moroni

G. B. Moroni

Chiesa-di-San-Martino-enea salmeggia

enea salmeggia

 

Lupi_Troilo_-_Stendardo_Madonna_in_trono_(part)

troilo lupi

 

 

Trento

Trento

Antichissima città, conserva intorno al vecchio centro severi palazzi e case affrescate rinascimentali.

CASTELLO DEL BUONCONSIGLIO ** (XIII sec. ) . Imponente costruzione, sorta in tempi diversi, ospita il Museo Nazionale e il Museo del Risorgimento. Nelle sale, si notino affreschi e decorazioni. È un’importante costruzione che venne eseguita in epoche successive. Fu iniziato nel XIII con l’erezione del Castelvecchio, che fu addossato all’interno delle mura cittadine; modificato nel XV e ampliato nel XVI con aggiunte in stile gotico veneziano. Nel 1528, il vescovo trentino E. Clesio vi fece costruire il Magno Palazzo, chiamando a lavorarvi i migliori artisti delI’ epoca che ne fecero una magnifica residenza gentilizia rinascimentale. Altri lavori furono ancora fatti nel XVII dal vescovo F. Alberti Poia che fece costruire la Giunta Albertiana che collega gli altri due precedenti edifici. Ulteriori modifiche furono apportate nel XVIII.

trento castello

CORTILE Nella complessa architettura del castello, che riflette I’ austerità della città vecchia, I’ aereo gioco dei tre ordini di logge, che sovrastano il porticato su tre lati del corlile, creano spazio a se stante, favorevole allo svago e alla meditazione. Sulle pareti dell’ultima loggia, gli affreschi, iniziati dal Fogolino nel Cinquecento e terminati nel Settecento, raffigurano Carlomagno e i vescovi di Trento.

trento castello loggiato romanino

AFFRESCO DELLA TORRE DELL’AQUILA Un ignoto maestro dell ‘inizio del XV, che unisce nella sua arte modi lombardi e nordici, ha amato te pareti della torre con un ciclo di affreschi, quasi miniati, raffiguranti i mesi e i vari lavori che vi si svolgono.

trento castello del buoconsiglio affreschi

DUOMO ( 1145) . L’ edificio, opera di maestri comacini e campionesi che si susseguirono nei lavori, fu completato nel XVI. È una nobile costruzione romanica che, nel XVI, ospitò molte delle sedute del Concilio. La facciata ha un portale romanico ed è fiancheggiata dal campanile, eretto nel 1531. Collegato alla chiesa, il Castelletto, edificio coronato da merli, del XIII, eretto su due antiche chiese sovrapposte e ora adibito a sacrestia. All’interno del Duomo, seveto, nella navata destra si apre la Cappella del Crocifisso, con affreschi di Giuseppe Alberti ( 1682) , statue di F. Earbacovi e tele settecentesche di C. Loth, nella quale è conservato il crocìfisso (1515) di S. Frey, davanti a cui furono promulgati i decreti del Concilio. Nella crociera sinistra, si notino gli affreschi, attribuiti a Tommaso da Modena, del XIV e, nella crociera destra, resti di affreschi del XIII-XIV; nel presbiterio, stalli del coro, del 1741, in legno intagliato e, in sacrestia, ritratto di G. Castelbarco, opera di G. B. Moroni.

trento Maestranze Campionesi, XIII se Cattedrale

trento cattedrale s. frei
FONTANA DEL NETTUNO (1769). Eretta da F. A. Giongo.

MUSEO DEL DUOMO. Ha sede nel Palàzzo Pretorio. Si notino i sette magnifici arazzi fiamminghi del XVI altari intagliati, tavole , dìpìnti e ricordi del Concilio di Trento.

trento museo diocesano

trento museo diocesano ordo missae
MUSEO DEL RISORGIMENTO. Ha sede nel Castello del Buonconsiglio e raccoglie documenti e cimeli, soprattutto sull’irredentismo trentino.

 P.Ricchi

Pietro Ricchi

MUSEO NAZIONALE.* Ha sede nel Castello del Buonconsiglio. Riunisce, in numerose sale: reperti archeologici dalla zona delle pàlafitte del lago di Ledro; la Tavola Clesiana, di bronzo, con l’editto dell’imperatore Claudio, che concedeva la cittadinanza romana a popolazioni locali ; raccolte di monete, ceramiche, peltri, bronzi; quadri della scuola della Val di Fiemme; stufe dal XV al XVIII e una quadreria di arte moderna

 Francesco Guardi

Francesco Guardi

.
PALAZZO GALASSO O DEL DIAVOLO (1602). Eretto per il banchiere Fugger, è detto “del diavolo” perche la leggenda Vuole sia stato costruito in una notte, dal diavolo stesso, per un accordo fatto col ricchissimo banchiere. Nella Cappella dei SS. Martirio, Sisinio e Alessandro, begli stucchi.

PALAZZO GEREMIA (XVI sec. ) . Ha portale rinascimentale e affreschi sulla facciata, forse di M. Fogolino. Nell’atrio, soffitto a cassettoni dipinti; all’interno, elegante scala e notevole cortile.

PALAZZO PRETORIO (XIII sec. ) . Costruzione ornata di bifore e trifore, ha portale e balconi del XVIII. Ospita il Museo del Duomo.

PALAZZO TABARELLI (XVI sec. ) . Opera di Alessio Longhi, con severa facciata a bugnato e fasce decorate a medaglioni.

PIAZZA DUOMO

Trento piazza duomo
S. APOLLINARE (XIV sec. ) . Chiesa romanica, ricoperta nel XV da un tetto a forte spiovente che le dà un caratteristico aspetto nordico. All’interno, interessanti dipinti del XIV e XV. Alla base dello slanciato campanile, sarcofago trecentesco.

S. MARIA MAGGIORE (XVI sec.). Costruzione di marmo rosso voluta dal vescovo B. Clesio ed eseguita da A. Medaglia. La facciata, rifatta nel XX, conserva il bel portale originale. All’interno, cantoria di marmo del XVI; tavole di M. Falconetto, Giambettino Cignaroli, Michele da Salisburgo e una notevole Madonna con Santi e Dottori della Chiesa di G. B. Moroni (1541). Campanile romanico terminante con cuspide barocca.

trento s.maria maggiore portale

trento moroni
S. PIETRO (XVI sec. ) . La facciata è del XIX. All’interno, la Cappella di S. Simonino, barocca, con bella scultura lignea rappresentante il Martirio del Santo di artista tedesco del XV. Nel Tesoro, preziose suppellettili ebraiche del XV. Il campanile, gotico, con cuspide a piastrelle verdi, appartiene all’edificio originale.

Comun Nuovo

 Comun Nuovo Bergamo

 

PARROCCHIALE

G. B. Moroni

Gorlago

Gorlago Bergamo

PARROCCHIALE .Conserva tre tele di G. B. Moroni Adorazione dei magi, Giudizio universale, Santi e una tela di Carlo Ceresa Apparizione del Bambino a Sant’Antonio di Padova

Gorlago Chiesa di San Pancrazio C. Ceresa

Carlo Ceresa