Tag Archive for Cima da Conegliano

Este

Este - Padova

CASTELLO (1339). Fatto edificare da Ubertino Carrara su precedente costruzione, ne rimane la grande cinta turrita e merlata, a pianta trapezoidale, che segue le linee del colle.

 este castello

CHIESA DELLA BEATA VERGINE DELLE CONSOLAZIONI (1505). Costruzione a una navata; all’interno, nella Cappella della Vergine, con magnifico pavimento musivo, una tavola di Cima da Conegliano del 1504.

este - cima da conegliano

 DUOMO. Distrutto dal terremoto del 1688, fu ricostruito nel 1690-1708. AlI’ interno, a pianta ellittica, una tela di Giambattista Tiepolo datata 1759 e molte altre opere pittoriche.

G. B. Tiepolo

G. B. Tiepolo

MUSEO NAZIONALE ATESTINO. Eccezionale raccolta di materiale archeologico riguardante la civiltà veneta dalla preistoria all’epoca romana. La sezione preromana ha reperti di tombe dal IX al III a.C., come la situla Benvenuti del VI a.C. lavorata a sbalzo, con diversi soggetti, e materiale votivo di un tempio dedicato a Reitia, dea della salute, del IV a.C. La sezione romana comprende lapidi, monumenti funerari, terrecotte, vetri.

S. MARIA DELLE GRAZIE (XV sec.). Ricostruita nel XVIII, ha un’imponente facciata. Prende il nome da un’immagine della Madonna delle Grazie, tavola bizantina del XV, venerata come miracolosa.

S. MARTINO. Chiesa romanica, con cupola cilindrica e abside quadrata. Il campanile, del 1293, è molto pendente.

Gemona del Friuli

Gemona del Friuli - Udine

Antico borgo murato, posto ai piedi della montagna, conserva alcuni interessanti monumenti.

DUOMO (XIII sec.). Costruzione romanica, opera di G. Griglio, terminata nella prima metà del XIV. Sulla facciata, rifatta nel secolo scorso, si noti il rosone centrale, gotico, opera di Mastro Buceta (1334-36); sotto il rosone di destra, altissimo S. Cristoforo in pietra, opera del Griglio e, sotto quello di sinistra, le tre sculture nelle nicchie. All’interno, fonte battesimale ricavato da un’ara romana, forse proveniente da Aquileia; una campana di bronzo del 1423, con in rilievo una terzina di Dante in caratteri gotici; le portelle dell’organo, dipinte da N. Grassi (1575) ; una bellissima ancona di legno a trentatre scomparti di A. Moranzone (1391) e affreschi del XIII nei sotterranei. Nel Tesoro, un originale ostensorio gotico, del 1435, pace e croce processionale del XV; reliquiari del XIV -XV; codici miniati del XVI e un antifonario con miniature di frate Franceschino da Padova del XIV. Di fronte alla chiesa, isolato, l’alto campanile cuspidato.

PALAZZO COMUNALE (1502). Elegante edificio rinascimentale di Bartolomeo de Caprileis. All’interno, piccola quadreria nel Salone del Consiglio Comunale.

SAN GIOVANNI (XIII sec.). Forse opera dell’autore del Duomo, ha, sulla facciata, un portale romanico e uno gotico e una grande testa di S. Cristoforo col Bambino. All’interno, soffitto diviso in quaranta cassettoni dipinti con scene bibliche e mitologiche, opera dell’ Amalteo (1533).

SANTA MARIA DELLE GRAZIE. Ha un bel portale rinascimentale. All’interno, oltre a un bel dipinto di Giovanni Francesco da Tolmezzo, una famosa Madonna e Santi di Cima da Conegliano, firmata e datata 1515.

Feltre

Feltre - Belluno 

La cittadina ha un nucleo caratteristico sul declivio di un colle con strade parallele lungo le linee di livello e vicoli o scale che le uniscono attraversandole lungo le linee di pendenza. Molte sono le case del XVI e XVII con facciata dipinta o graffita e tetto molto sporgente. Si notino, soprattutto, quelle di via Mezzaterra e di via Luzzo. Vi nacque un famoso pittore di facciate, attivo all’ inizio del XVI e noto col nomignolo di Morto da Feltre.

Feltre affreschi

CATTEDRALE (XV sec.). Rifatta nel XVI, conserva, dell’ edificio originale, l’ abside. All’ interno, un sepolcro del 1528, opera di Tullio Lombardo. La cripta sotto il presbiterio, del IX, è stata edificata con materiale di ricupero da edifici antichi. Tra i tesori della chiesa, una Croce bizantina tutta scolpita.

CHIESA DI OGNISSANTI. Costruzione molto antica; all’ interno, un dipinto del Tintoretto e, in sacrestia, una Trasfigurazione, ritenuta il capolavoro del Morto da Feltre.

GALLERIA D’ ARTE MODERNA RIZZARDA. Raccoglie opere del Rizzarda, maestro in ferri battuti, e di artisti italiani contemporanei

MUSEO CIVICO. Conserva materiale archeologico, storico, folcloristico e una raccolta di pitture soprattutto di artisti veneti come Gentile Bellini, Cima da Conegliano, E. Bellotto e del Morto da Feltre insieme con altri locali.

Cima da Conegliano

Cima da Conegliano

Lorenzo Luzo

Lorenzo Luzo

PALAZZO DEL MUNICIPIO. È formato da due edifici: quello che era il Palazzo dei Rettori, disegnato dal Palladio, conserva un teatrino di legno del 1802.

PIAZZA MAGGIORE. Sistemata nel 1868 con statue su colonne, scale, case tipiche. Solo il Palazzo Guarnieri è opera neogotica, mentre la fontana è stata rifatta nel 1520 su progetto di Tullio Lombardo e S. Rocco è del 1599. Dominata dal Leone di S. Marco, alto sulla sua colonna e circondato dai monumenti dei cittadini illustri, vi si affacciano belle case a portici. È tra le piu suggestive e raccolte piazze del Veneto.

Dintorni

UMIN Chiesa di S. Marcello

Marco da Mel

Marco da Mel

Santuario dei Santi Vittore e Corona Edificio romanico del 1096 con cupoletta centrale di evidente influsso bizantino. All’ interno, affreschi di vari periodi, dal XIII al XV. Il convento, piu tardo del santuario, è del XV.

Conegliano

Conegliano - Treviso 

E una pittoresca cittadina della Marca Trevigiana. Si notino le bellissime case, alcune in cotto, altre con facciata dipinta, prevalentemente del XVI. Molte anche le case a portici.

conegliano veneto centro

DUOMO (1354). Inserito nel contesto delle case, ha una facciata del XIV-XV ad alti archi ogivali con affreschi del XVI, come fosse una casa. All’interno, che i restauri hanno in parte restituito all’aspetto originale del XIV, una Sacra Conversazione, grande pala di Cima da Conegliano. Il campanile, del 1487, ha la parte superiore più recente.

Cima da Conegliano

Cima da Conegliano

Francesco Beccaruzzi

Francesco Beccaruzzi

MUSEO CIVICO DEL CASTELLO. Ha sede nei resti della rocca e, più precisamente, nella Torre della Campana, avanzo delle fortificazioni, alte sul colle. Raccoglie un lapidario, affreschi strappati provenienti da varie località della zona, tele, sculture, eccetera

SALA DEI BATTUTI (fine del XIV sec.). Vi si accede dal porticato della facciata del Duomo attraverso un passaggio ricavato sotto il campanile. Fu costruita per accogliere le riunioni della Confraternita dei Battuti. Ha un soffitto ligneo e varie opere di pittori veneti del XVI.

Francesco da Milano

Francesco da Milano

VILLA GERA (1827). Scenografica costruzione neoclassica dello Jappelli.

. Dintorni

COSTA Chiesa di San Silvestro Papa

conegliano costa chiesa di s. silvestro - Giovanni Battista Lazzarini

VILLA LIPPOMANO (XVIII sec.). Opera del Longhena, con avancorpo e interno a stucchi.

San Fior di sopra

San Fior di sopra Treviso

PARROCCHIALE (S. GIOVANNI). All’interno un magnifico polittico di Cima da Conegliano

san fior parrocchiale

 

san fior parrocchiale int

san fior cima da conegliano

 

 Dintorni

Castello Roganzuolo Chiesa di San Pietro

San Fior, Chiesa di San Pietro a Castello Roganzuolo1

 

san fior Chiesa di San Pietro a Castello Roganzuolo  Francesco Da Milano

Francesco da Milano