Tag Archive for Vivarini

Polignano a mare

Polignano a mare - Bari

CHIESA MADRE Intitolata a Santa Maria Assunta

Polignano_a_Mare_s. maria assunta

 

polignano chiesa madre

 

Polignano a mare Chiesa nel centro storico

polignano_003

 

polignano chiesa madre int

 

 

ABBAZIA SAN VITO

polignano San_Vito_Abbazia

Morano Càlabro

Morano Càlabro - Cosenza 

 

L ‘intero paese è costruito a scala sul fianco del colle che ha in cima la chiesa di S. Pietro.

CASTELLO

morano calabro NormanFort

COLLEGIATA DELLA MADDALENA. La facciata è del 1844; all’interno, di superbe forme barocche, una Madonna degli Angeli, del 1505, opera di Antonello Gagini.

MoranoCalabro_Panorama_con_Cupola_Maddalena

SAN BERNARDINO (1452-85). E uno dei pochi edifici rinascimentali della Calabria. All’interno, a una sola navata, con soffitto a carena di nave, sull’altare maggiore, un grande polittico di B. Vivarini (1477) con dodici scomparti e una predella. Vicino alla chiesa, un chiostro a portico e loggia.

MoranoCalabro

 SAN PIETRO. All’interno, diverse statue di P. Bernini e della sua scuola.

Asola

Asola - Mantova

Contesa nel XIV-XV sec. fra i Visconti e i Gonzaga, dal 1440 al 1797 fu possedimento della Serenissima. La cittadina conserva la caratteristica pianta a scacchiera.

S. ANDREA. (XV-XVI sec.). La grandiosa costruzione, forse l’ultima di tanta mole costruita in stile gotico in Italia, fu cominciata nel 1472 inglobando una chiesa precedente che costituisce l’attuale presbiterio; più tardi fu aperto un passaggio verso l’adiacente chiesetta barocca dai pregevoli stucchi, divenuta la cappella di San Giovanni Crisostomo, patrono della città. La chiesa, a 3 navate, fu costruita tra il 1472 e il 1514, in forme tardogotiche. L’interno è ricco di importanti opere d’arte: grande polittico quattocentesco di scuola veneta Madonna della Misericordia, assegnato da alcuni a Bartolomeo Vivarini e da altri ad Antonio della Corna; numerose tele e affreschi rinascimentali di scuola lombarda, tempere del Moretto, un ciclo di affreschi* del Romanino (1525-36) che copre organo e pulpito; affreschi e dipinti di Giovanni da Asola, del Moretto, di Lattanzio Gambara e di Palma il Giovane, una colossale tavola raffigurante l’ Assunta e vari cicli di affreschi del primo Cinquecento, tra cui una precoce replica del Cenacolo leonardesco.

asola duomo polittico 1

Giovanni da Asola

Giovanni da Asola

Romanino

Romanino

 

Altri dipinti, con sculture lignee e oreficerie, sono nell’annesso Museo parrocchiale.