Tag Archive for Alunno

Gualdo Tadino

Gualdo Tadino - Perugia 

DUOMO (1251). Edificio romanico con l’ interno rifatto, nel XIX, su progetto di V. Vespignani.

PINACOTECA COMUNALE. Ha sede in un’ antica casa presso il Duomo e conserva, tra le altre opere, un bellissimo polittico dell’ Alunno, eseguito verso il 1471, un Crocifisso, del XIII, di un seguace del Maestro di S. Francesco, numerosi trittici del XV di Matteo da Gualdo

Matteo da Gualdo

Matteo da Gualdo

 

matteo da Gualdo

matteo da Gualdo

 

ROCCA

GualdoTadino Rocca

S. FRANCESCO (XIII sec.). Consacrata nel 1315, ha, sulla facciata, un portale a ogiva, probabilmente di Fra Filippo da Campello. All’interno, oltre a numerose opere di Matteo da Gualdo, notevole pala d’altare, del XV, di terracotta smaltata.

Bettona

Bettona Perugia

Conserva le mura medievali con qualche tratto di mura etrusche, a grandi massi, del IV a.C.

PINACOTECA. Raccoglie opere del Perugino, di artisti della scuola dei Della Ròbbia e locali, oltre a materiale archeologico e ceramiche.

Bettona Museo

BETTONA pinacoteca dono doni

bettona

S. MARIA MAGGIORE (XIII sec.). Costruzione rimaneggiata nel XVII, ha facciata grezza. All’interno, un gonfalone del Perugino e uno stendardo a due facce, con Crocifissione e Pietà di Niccolò Alunno, importante pittore umbro della seconda metà del XV.

bettona s.maria maggiore

. Dintorni
TOMBA ETRUSCA DI SAN MANNO (III-II sec. a.C.). Costruita con grandi massi, è coperta da una grandiosa volta a botte.

Deruta

Deruta Perugia

PINACOTECA. Ha sede nel Palazzo Comunale e conserva dipinti e numerosi oggetti di produzione locale oltre a un bellissimo pavimento di mattonelle maiolicate, sempre di produzione locale. Notevole un messale finemente miniato del XIII e dell’Alunno Madonna in trono angeli e santi

Alunno

Alunno

Alunno

S. FRANCESCO (XIV sec.). Restaurata tre secoli dopo, ha numerosi affreschi tra i quali un Padre Eterno e Santi attribuito al Perugino. Il mosaico con S. Caterina, in mattonelle di maiolica, è dell’inizio del nostro secolo

deruta s.francesco perugino

. Dintorni
CHIESA DELLA MADONNA DI BAGNO. Le pareti interne della chiesa sono interamente rivestite da “ex voto”, quadretti di ceramica locale del XVII e XVIII. Ve ne sono di diverse misure con scritte varie, ma i piu numerosi, simili a quelli qui riprodotti, riportano solo la rappresentazione del miracolo con l’immagine della Madonna e la sigla P.G.R. (per grazia ricevuta). Piccoli capolavori di arte naif; esprimono con poetica ingenuità e festosità di colori la gioia per lo scampato pericolo.

Foligno

Foligno Perugia

DUOMO (1133). Ha subito notevoli restauri e aggiunte nel XVI e XVII. La facciata secondaria è del 1201; la facciata anteriore è stata liberamente restaurata nel 1904. All’interno, rifacimenti del Piermarini, nativo di Foligno, eseguiti nel 1771. Si noti la Cappella del sacramento, del 1527, opera di Antonio da Sangallo il Giovane.

MUSEO ARCHEOLOGICO E PINACOTECA CIVICA. Hanno sede nel Palazzo Trinci, eretto alla fine del XIV. La pinacoteca è importante perchè raccoglie le opere di O. Nelli da Foligno, dell’ Alunno (Stimmate di s. Francesco ) e di altri pittori che fecero centro in questa città e costituirono il maggior gruppo, in Umbria, di artisti del periodo gotico.

Niccolò Alunno

Bernardino di Mariotto

Bernardino di Mariotto

PALAZZO TRINCI Dimora signorile che si affaccia sulla Piazza Grande, frutto dell’aggregazione di abitazioni e botteghe acquistate dalla famiglia Trinci nel corso del XIV sec., Ia cui sistemazione si deve ad Ugolino Trinci (1389-1407) e ai figli Niccolò e Corrado, che, ultimo esponente della famiglia, ne realizzò il definitivo assetto architettonico e decorativo nel terzo decennio del Quattrocento. Il suo maggiore interesse deriva dai cicli pittorici di soggetto profano che ornano alcuni ambienti del primo piano, e da quello con Storie mariane eseguito nel 1424 dal pittore eugubino Ottavio Nelli sulle pareti della cappella. La scala gotica, suggestivo collegamento fra i tre piani dell’edificio, ornata da decorazioni geometriche, introduce alla loggia con Storie di Romolo e Remo che alludono alla fondazione di Foligno novella Roma, e di qui alla grande sala delle arti e dei pianeti, dove si succedono le figurazioni delle Arti liberali e quelle dei Pianeti intercalate con episodi relativi alle Età della vita umana poste in relazione con gli influssi astrali. Il corridoio all’interno del cavalcavia che collega il palazzo alle canoniche del duomo ospita due cicli di affreschi di cui il primo, raffigurante le Sette età dell’uomo, si ispira ad un poema francese; l’altro, di poco successivo, illustra undici Personaggi celebri, eroi dell’antichità classica e prodi della letteratura cavalleresca. La sala degli imperatori o dei giganti è ornata dalle grandi figure di Personaggi illustri dell’antichità romana accompagnate da epigrammi composti dall’umanista Francesco da Fiano, lungamente documentato alla corte dei Trinci.

foligno palazzo trinci gentile

S. GIACOMO (1402). Chiesa gotica, con facciata incompiuta a fasce bianche e rosse e bel portale ogivale tra monofore cieche, con sopra una grande finestra a sesto acuto.

S. MARIA INFRAPORTAS (XI-XII sec.). Costruzione romanica, preceduta da portichetto sorretto da quattro colonne dell’XI-XII. All’interno, le tre navate sono decorate da affreschi del XV e XVI. Nella Cappella dell’ Assunta, affreschi di gusto bizantino.

S. NICOLÒ (XIV sec.). Completamente rinnovata, la facciata ha un portale del XVI. All’interno due polittici dell’Alunno, l’Incoronazione della Vergine (1492), Vita di Cristo

foligno s. nicolò alunno polittico

. Dintorni
FRAZIONE DI S. ERACLIO. Gruppo di costruzioni moderne attorno al castello del XV di cui rimangono la cinta delle mura con due torri e, all’interno, una chiesa con numerosi affreschi del XV, molto restaurati.

ABBAZIA DI SASSOVIVO Fondata dai benedettini nell’XI, fu importante centro culturale nel XIV. Conserva un bellissimo chiostro in forme romaniche, opera di Piero di Maria del 1229 che ha al centro un grande pozzo poligonale; in un locale detto Il Paradiso, resti di affreschi quattrocenteschi.

San Severino Marche

San Severino Marche Macerata

 DUOMO ANTICO (X sec.). Rifatto nel secolo successivo e piu volte rimaneggiato, ha facciata del XIV con portale romanico fiancheggiata a sinistra da un robusto campanile coevo. All’interno della chiesa, nella cappella ricavata dalla base del campanile, affreschi molto realistici dei Salimbeni, del XV, con Storie dei SS. Vittorino e Severino; bel coro ligneo di D. Indivini e allievi (1483). Attiguo alla chiesa, chiostro dell’ex convento, eretto in epoche diverse, ma, soprattutto, nel XV.

San Severino Marche duomo vecchio

DUOMO NUOVO (XIII sec.). Costruzione molto rimaneggiata, ha un bel portale gotico del XV. All’interno, custodiva in un ambiente annesso alla sacrestia, Madonna della Pace, uno dei capolavori del Pinturicchio oggi alla Pinacoteca.

s. severino museo civico Pintoricchio

Pintoricchio

PINACOTECA. Ha sede nel settecentesco Palazzo Comunale e raccoglie importanti opere dei fratelli Salimbeni, nativi di San Severino. Notevoli anche un polittico di Paolo e Lorenzo Veneziano con figure di Santi e uno dell’ Alunno, firmato e datato 1468.

Paolo Veneziano

Paolo Veneziano

Lorenzo Salimbeni

Lorenzo Salimbeni

san severino marche pinacoteca salimbeni

Salimbeni

san severino marche museo Allegretto Nuzi Madonna Umilta

Allegretto Nuzi

 

S. LORENZO IN DOLIOLO (VIII-IX sec.). Costruzione rifatta nell’XI. All’interno, quadri del Pomarancio e, nella cripta, resti di affreschi attribuiti ai Salimbeni e altri del XIII. Il campanile è del XIV.

p-8-s.lorenzo-doliolo-2-ph-la-rucola

29544022

. Dintorni
ROVINE (II sec. a.C.). Appartengono all’antica città romana di Septempeda; si notino i resti delle mura, con torri.

S. MARIA DELLA PIEVE. Chiesa romanica, conserva all’interno, nell’abside, affreschi della scuola dei Salimbeni.