Piombino

Piombino - Livorno

CASTELLO Trae origine dalla iniziale struttura del “Cassero pisano” del XIII secolo, costruito ad est della città e successivamente ritoccato da Leonardo da Vinci durante il riordinamento delle difese cittadine. In seguito divenne fortezza Medicea a pianta stellare tra il 1552 e il 1557, per volere di Cosimo I de’ Medici. Di notevoli dimensioni, è oggi oggetto di scavi archeologici e vi ha sede il museo della Città.

piombino Castello

CAPPELLA DELLA CITTADELLA Venne realizzata intorno al 1465 su commissione di Jacopo III Appiani da Andrea Guardi, che si ispirò al Tempio malatestiano di Rimini di Leon Battista Alberti. Del Guardi è anche la lunetta del portale con la Madonna con il Bambino e, all’interno, i plutei in marmo bianco. Sull’altare del XVIII secolo è conservata una Madonna con il Bambino in terracotta policroma di Andrea della Robbia.

Piombino_-_Cappella_della_Cittadella

CATTEDRALE Edificata nel 1377, ad opera del maestro pisano Piero del Grillo.. Dedicata ai SS. Antimo e Lorenzo, ha, all’interno, un sepolcro di scuola pisana del XIV e un altro, rinascimentale, a forma di edicola. Inoltre, un fonte battesimale di A. Guardi, del 1470, che ancora risente di influssi gotici.

piombino Santantimo_piombino

CHIESA DELLA MISERICORDIA È uno dei più antichi monumenti religiosi ancora esistenti in città; la sua costruzione risale alla prima metà del XIII secolo; con una sola navata con abside, in stile romanico.

CHIESA DELL’IMMACOLATA

Piombino_Immacolata

CITTADELLA Il complesso architettonico era come una vera e propria “città nella città”, che creava una corte signorile rinascimentale, con il palazzo, la chiesa, il pozzo e altri edifici adibiti alla corte; fu edificato dall’architetto fiorentino Andrea Guardi dal 1465 al 1470,. Ospita oggi il Museo Archeologico. La Cittadella era anticamente fortificata; adesso sono visibili soltanto le mura perimetrali alla città, ovvero quelle che davano sulle campagne e sul lato-mare; perduti sono invece la porta e i bastione rivolti verso la città, demoliti nel 1805

Piombino Museo Archeologico del Territorio di Populonia

 PALAZZO COMUNALE (XIII sec.). Restaurato nel XIV. Interessante soprattutto per la Torre dell’Orologio del 1598.

CASA DELLE BIFORE  Detta anche palazzo di Martino di Brancaccio, è l’unica testimonianza in Piombino di architettura civile duecentesca. Edificata presumibilmente tra il 1284 ed il 1289

piombino Casa_delle_Bifore

Dintorni

Cappella di San Cerbone La cappella si trova in località Baratti e sorge nel luogo della prima sepoltura di San Cerbone, vescovo di Populonia.

Parco archeologico di Baratti e Populonia  comprende circa 80 ettari tra le pendici del promontorio di Piombino e la costa sul golfo di Baratti.

Comments are closed.