Archive for March 2018

Dolianova

Dolianova - Cagliari

S. PANTALEO (1170). Importante edificio costruito in tre fasi successive: della prima, resta la parte inferiore della facciata, in Romanico pisano; della seconda, dell’inizio del XIII, sono visibili ancora i pilastri interni di forme gotiche; infine, della terza, eseguita dal 1261 al 1289, risaltano, soprattutto, le decorazioni di ispirazione ispano-araba. All’interno, tracce di affreschi di scuola sarda del XIII-XIV e opere di pittura. È un possente edificio romanico che si stacca da tutti gli altri della stessa epoca in Sardegna. Il campanile e la chiesa sono ricchi di decorazioni di ispirazione ispano- araba. Sul .fianco sinistro della chiesa, un sarcofago romano e un bacino battesimale, rozzamente scolpito, della fine del V, unico esempio del genere in Sardegna. N ell’ architrave è leggibile un’ iscrizione che porta la data 1261

S._Pantaleo_Dolianova

Chiesa San Pantaleo

dolianova_san_pantaleo-francesca-giona-054

25882904

Dintorni

SIDDI . SAN MICHELE

dolianova_Siddi_Chiesetta_San_Michele_01_d0 (1)

Bosa

Bosa - Oristano

 Di origine preistorica, scalo fenicio, colonia cartaginese e poi centro romano, andò in rovina verso i secolo IX-X per via delle incursioni saracene. Tra la fine del secolo XII e gli inizi del XIII fu eretta a sede vescovile e dal 1308 passò dai Malaspina ai giudici d’ Arborea che la cedettero agli Aragonesi (1323).

CHIESA DEL CARMINE

Bosa_chiesa_del_carmine,_int.,_altare_maggiore_rococò_in_amrmi_policromi

S. PIETRO EXTRA MUROS Costruita in più riprese tra i secoli XI e XIII, raccoglie nel suo complesso elementi romanici e gotici armoniosamente fusi tra loro. Un tempo era la cattedrale di Bosa.

bosa s. pietro (2)

San_Pietro_Bosa_02

San_Pietro_Bosa_000

Bosa,_san_pietro_extra_muros,_abside_03

CASTELLO MALASPINA DI SERRAVALLE (secolo XII-XIII), uno dei più interessanti e grandiosi dell’isola.

Veduta_aerea_del_Castello_Malaspina_a_Bosa-1140x530

bosa lincontro-dei-tre-vivi-con-i-tre-morti

Borutta

Borutta - Sassari

Dintorni

S. PIETRO DI SORRES ( 1170-90) . Eretta su strutture lasciate incompiute nella seconda metà dell’XI, è la piu antica e la piu interessante tra le chiese dell’isola. All’interno, modesto rispetto all’ampiezza dell’esterno, un sarcofago di vescovo dell’XI, un bel cancello presbiteriale, un altare su sei colonne.La facciata della chiesa, splendida nelle sue decorazioni a intarsio in due colori, secondo l’ architettura romanico-toscana, che, con l’ arrivo dei Pisani in Sardegna, doveva poi gradualmente diffondersi in tutto il resto dell’isola

borutta

borutta_Basilica-S.Pietro-di-Sorres

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Bortigali

Bortigali - Nuoro

PARROCCHIALE di Santa Maria degli Angeli. Qui si trovano i quattro quadri  di uno smembrato retablo della scuola di Giovanni del Giglio,  noto come Maestro di Ozieri, databile attorno al 1551

Bortigali

Maestro di Ozieri

Maestro di Ozieri

Maestro di Ozieri

Bonàrcado

Bonàrcado - Oristano

S. MARIA ( 1146-47) . Costruzione romanica,come risulta dalla facciata, rimaneggiata, tra il 1242 e il 1268, da maestranze arabe che, per la prima volta, vennero dalla Spagna a lavorare in Sardegna. Nel XVIII furono aggiunte una seconda navata, alcune cappelle e sostituite le capriate con volte a botte. Anticamente era annessa a un convento camaldolese.

santa_maria_bonarcado

NOSTRA SIGNORA DI BONACATU eretto in epoca bizantina, intorno al VI – VII secolo,sopra un precedente insediamento romano di età tardoimperiale, a sua volta costruito su un luogo di culto di epoca nuragica

bonarcado-santuario

bonarcado s. maria