Archive for November 2017

Fiorano al Serio

Fiorano al Serio - Bergamo

PARROCCHIALE All’interno il polittico, risalente al 1575, eseguito da Giovanni Battista Moroni. Dipinto ad olio su tela è costituito da sei pannelli: in quello centrale è rappresentato san Giorgio a cavallo nell’atto di trafiggere il drago con a fianco una nobile donzella; in quello della cimasa è dipinta la Vergine col Bambino; ai due lati in basso sono raffigurati Sant’Alessandro e S. Defendente; ai due lati in alto, Santa Lucia e Santa Apollonia. Il Moroni ebbe un compenso di lire 400 ed una soma di frumento. Inoltre la chiesa contiene numerosi affreschi cinquecenteschi ed una serie di pale d’altare di artisti quali Gian Paolo Cavagna (L’ultima cena), Enea Salmeggia (La Madonna del Rosario), Troilo Lupi (Adorazione dei Re magi), Vincenzo Angelo Orelli (L’Addolorata) ed Enrico Albrici (Madonna col Bambino in gloria).

Jpeg

 

s.gio2

Foiano della Chiana

Foiano della Chiana - Arezzo

CHIESA DELLA SS. TRINITA’ (XIV secolo), in stile rinascimentale, al cui interno va segnalata la Santissima Trinità con Angeli e Santi del Pomarancio;

CHIESA DI S. FRANCESCO (XV secolo), profondamente ristrutturata nel Settecento e fregiata da una pala di Andrea della Robbia, raffigurante Cristo e la Vergine che intercedono presso l’Eterno. Dal 1818 è utilizzata come ospedale

foiano della chiana chiesa-di-san-francesco

foiano della chiana chiesa s. francesco della robbia

CHIESA DI S. MICHELE (o di San Domenico), edificio cinquecentesco ospitante opere di Giovanni della Robbia e Lorenzo Lippi;

CHIESA DI S. MARIA (Santa Eufemia) (fine XVI secolo), recante una Madonna con Bambino di origine robbiana;

CHIESA DI S. CECILIA alla Pace, piccolo ma pregevole edificio sacro di fine Cinquecento, recante sull’altare maggiore una Natività della Vergine del Pomarancio;

COLLEGIATA dei Santi Martino e Leonardo, realizzata tra il 1512 e il 1796 e costruita con largo impiego del cotto, molto diffuso nelle costruzioni foianese; reca all’interno pregevoli opere quali la Madonna della Cintola di Andrea della Robbia, una Incoronazione della Vergine di Luca Signorelli e una Madonna e Santi del Pomarancio

foiano della chiana collegiata s. martino Luca Signorelli

Luca Signorelli

COLLEGIATA DI FOIANO DELLA CHIANA (AR)

Baccio da Montelupo

collegiata Orazio Porta

Orazio Porta

TEMPIO DI S. STEFANO della Vittoria, eretto in località Pozzo della Chiana nel 1572 da Giorgio Vasari e consistente in una costruzione in cotto sormontata da una cupola rivestita di lastre di piombo. Fu commissionato da Cosimo I de’ Medici, a ricordo della vittoria fiorentina su Siena nella battaglia di Scannagallo.

Castiglione d’Orcia

Castiglione d'Orcia - Siena

 

 Chiesa di Santa Maria Maddalena. Ha origine romanica.

 PIEVE dei Santi Stefano e Degna (XIII sec.). Considerata il più significativo edificio religioso di Castiglione, la facciata è cinquecentesca mentre l’impianto è romanico. All’interno una Madonna col Bambino di Simone Martini e un’altra Madonna col Bambino di Pietro Lorenzetti e notevoli affreschi di scuola senese

 

Lorenzetti-Madonna-con-Bambino-Castiglion-DOrcia-1

ROCCA DEGLI ALDOBRANDESCHI Costruzione medievale in rovina, domina il paese e la splendida vista sull’ Amiata e sulla val d’Orcia.

 

Monte San Savino

Monte San Savino - Arezzo

Ancora quasi interamente circondato da mura, ha prevalentemente aspetto rinascimentale, perché nel 1335 il vescovo Tarlati di Arezzo ne fece abbattere tutte le costruzioni. Vi è nato A. Contucci, detto il Sansovino, maestro di J . Tatti, detto anch’egli il Sansovino.

monte s. savino pan

LOGGIA DEI MERCANTI (1518 ca.). Opera di A. Sansovino. E un edificio esemplare per eleganza rinascimentale.

monte s. savino loggia dei mercanti

PALAZZO DEL MONTE (XVI sec.). Edificio che segna il passaggio dal Rinascimento al Manierismo.

San_Savino-Palazzo_del_Monte_dai_giardini_pensili

 PORTA ALTA O FIORENTINA (XVI sec.). Opera del Vasari.

ROCCA DEL CASSERO (1383). Bella fortificazione eretta dai Senesi.

S. AGOSTINO (XIV sec.). Ampliata da A. Sansovino, ha un grande portale gotico. Dello stesso autore anche il chiostro, iniziato nel 1523 e realizzato dopo la sua morte, nel 1533. All’interno, sull’altare, Assunzione del Vasari. Di fianco alla chiesa, il Battistero di S. Giovanni, con portale di A. Sansovino.

monte s. savino chiesa di s. agostino

monte_san_savino s. agostino

 S. CHIARA (1659). All’interno, opere dei Della Robbia e di A. Sansovino.

Dintorni

SANTA MARIA DELLE VERTIGHE

Margaritone

Margaritone

Piòbbico

Piòbbico - Pesaro e Urbino

 PARROCCHIALE DI S. STEFANO. Reca il titolo di un’antica chiesa, già esistente nel XIII secolo. L’attuale rifacimento neoclassico, risale alla fine del XVIII secolo, ma conserva opere pregevoli provenienti dall’antica sede. Celebri le tavole dipinta a guazzo del Riposo della Sacra Famiglia durante la Fuga in Egitto, splendida opera di F. Barocci  e la serie di statue di profeti e personaggi biblici, attribuiti allo scultore F. Brandani

 piobbico s. stefano

piobbico barocci

Santuario di S. Maria in Val d’Abisso È il più antico edificio di culto del territorio piobbichese e risale almeno all’XI secolo L’impianto attuale, riferibile
ai secoli XV e XVI, ospita una pala di Raffaellin del Colle e tele di scuola baroccesca, oltre ad affreschi di scuola umbromarchigiana.
L’interno del Santuario è ad unica navata in stile romanico con il soffitto a capriate. Nell’abside a costoni un pregevole crocifisso di maiolica.

-piobbico s. maria

. Dintorni

CASTELLO DEI BRANCALEONI (XIII sec.). Rimaneggiato nel XVI. All’interno, cui si accede per un portale gotico alla base di una torre, conserva interessanti opere d’arte come il Tempietto di S. Carlo e la Loggia del Conte Antonio. Nelle stanze del primo piano, stucchi cinquecenteschi del Brandani, camini monumentali e affreschi decorativi.