Archive for April 2016

San Gimignano

San Gimignano - Siena

Cittadina di aspetto medievale, chiamata “dalle belle torri” per le torri che ancora oggi, numerose, la ornano. 

COLLEGIATA (XII sec.). Preceduta da una grande scalinata del 1263, la forma a basilica della chiesa originale fu trasformata in croce latina da Giuliano da Maiano nel 1456. La facciata, del 1239, ha due sole porte laterali. AIl’interno, affreschi di B. Gozzoli (1465) e Taddeo di Bartolo (1393) ; statue lignee di J. Della Quercia (1421 ca.), colorate, cinque anni dopo, da Martino di Bartolomeo. Nella navata destra, tre bellissime serie di affreschi di Bama Senese (1381 ca.) illustranti il Nuovo Testamento e, nella navata sinistra, altre tre serie di Bartolo di Fredi, illustranti il Vecchio Testamento (1356). Nella Cappella di S. Fina, opera di Giuliano e Benedetto da Maiano, due affreschi di Domenico Ghirlandaio.

s. gimignano collegiata

Passignano

Passignano

 

FONTI (dal XII al XIV sec.). Sono dieci grandi arcate in parte ogivali, in parte a tutto sesto, che ricoprono le vasche in cui si lavavano anticamente le lane.

MUSEO D’ ARTE SACRA. Raccoglie statue lignee, di pietra, di marmo, del XIII, XIV e XV, di vari artisti, fra i quali Giuliano e Benedetto da Maiano. Inoltre, corali miniati, argenterie, stoffe e tappeti, di cui uno orientale, a croce greca, del XVI.

PALAZZO DELLA PREPOSITURA (XII-XIII, sec.). Costruzione a pietre conce e a laterizi. E sede del Museo d’ Arte Sacra.

LE TORRI

PALAZZO DEL PODESTÀ (1239). Costruzione, parte in cotto, ingrandita nel 1337 . Nella loggia che si apre nella parte inferiore, affreschi del Sodoma (1513). All’interno, un teatro del 1537 rifatto nel 1794. Sul lato sinistro del palazzo si eleva la Torre detta La Rognosa.

PALAZZO DEL POPOLO (1288). Costruzione ampliata nel 1323, ha, sulla facciata, stemmi del podestà in travertino. Sulla destra della facciata, la Torre Grossa, del XIV. All’interno del palazzo, Maestà, affresco di L. Memmi ( 1317) ; affreschi del Sodoma e di Taddeo di Bartolo.

PALAZZO PRATELLESI (XIV sec.). Sulla facciata, bifore omate di foglie d’edera e di leoni. È sede della Biblioteca Comunale.

PIAZZA DELLA CISTERNA. È triangolare con al centro una cistema di pietra de11273, ampliata nel 1346. Caratteristica pavimentazione a spina di pesce. Vi si affacciano Casa Razzi e Palazzo Tortoli del XIV.

PINACOTECA CIVICA. Ha sede nel Palazzo del Popolo, riunisce opere varie fra cui si notino : Madonna con Bambino e Santi del Pinturicchio (1512) ; Annunciazione di FilippinoLippi (1483) ; Madonna col Bambino, Angeli e Santi di B. Gozzoli; Madonna col Bimbo di Neri di Bicci; Crocifisso, dipinto su tavola di Coppo di Marcovaldo (1260 ca.) che è una delle piu importanti opere del XIII. Infine, polittico di Taddeo di Bartolo e frammenti di affreschi di Bartolo di Fredi.

PORTA S. GIOVANNI (1262). È la piu bella delle porte della città, con archi a sesto ribassato di tipo senese e con soprastante guardiola.

S. AGOSTINO (1280-98). Costruzione romanico-gotica. All’interno, nella Cappella di S. Bartolo, altare di marmo di Benedetto da Maiano (1494); all’altare maggiore, una bellissima tavola di P. Pollaiolo ( 1483) ; coro affrescato con Storie della vita del Santo, opera di B. Gozzoli (1464-65).

s. gimignano s.agostino gozzoli coll

S.]ACOPO (XIII sec.). Costruzione parte in laterizi, parte in pietra con portale pisano e grande rosone. Sulla cornice di coronamento, scodelle di maiolica.

S.PIETRO (XI sec.). Conserva, all’interno, affreschi di scuola senese del XIV e del pittore Barna Senese.

Terlizzi

Terlizzi - Bari

 

CHIESA DEL ROSARIO

terlizzi chiesa del rosario

 

terlizzi portale anseramo da trani

Proviene dall’antico duomo cittadino distrutto nel 1782, venne realizzato da Anseramo da Trani .Attualmente si trova incastonato sulla vecchia facciata della chiesa del Rosario.

 

CHIESA DI S. MARIA LA NOVA

terlizzi santa maria la nuova savoldo

G. Savoldo

DUOMO

terlizzi Concattedrale

TORRE MAGGIORE

terlizzi Torre

Savignano sul Rubicone

Savignano sul Rubicone - Forlì

ACCADEMIA DEI FILOPATRIDI. Fondata nel 1801, custodisce una biblioteca ricca di incunaboli, edizioni rare, manoscritti, codici miniati.

CHIESA DI S. LUCIA

Savignano sul Rubicone chiesa di s. lucia G. B. amato

G.B. Amato

VILLA GUIDI DI BAGNO (1821). Costruzione neoclassica di gusto palladiano detta La Rotonda, con arredamento di stile impero e quadri di notevole valore.

. Dintorni

 MUSEO DELLA ZONA ARCHEOLOGICA DEL COMPITO. Raccoglie reperti di marmo, armi celtiche di bronzo, frammenti di anfore, pavimentazioni, urne cinerarie provenienti da Compito, centro romano probabilmente distrutto dai Longobardi nel VI.

S.GIOVANNI IN COMPITO. Antichissima pieve sulla Via Emilia rifatta nell’XI e rimaneggiata nei secoli. Danneggiata nell’ultima guerra, è stata restaurata.

Savignano sul Rubicone san giovanni in compito

Sant’Angelo dei Lombardi


Sant'Angelo  dei Lombardi - Avellino

CATTEDRALE (XVI sec.). Costruzione rifatta su precedente chiesa dell’ XI. Sulla facciata, portale rinascimentale, sormontato da statue. All’ interno, monumento funebre Ceceri del XVII.cattedrale

Dintorni

Abbazia di San Guglielmo al Goleto. Voluta da S. Guglielmo, nel XII, è oggi parte in rovina, parte ridotta ad abitazioni coloniche. Notevoli sono i resti della facciata del monastero e della chiesa maggiore. La parte piu interessante è la Chiesa Piccola, formata da due locali sovrapposti: quello inferiore dell’inizio del XIII; quello superiore, probabile opera di Melchiorre di Montalbano, della metà del XIII.

s. angelo dei lombardi s. guglielmo al goleto av1

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Abano Terme

Abano Terme - Padova

centro termale legato alle sorgenti calde del Montirone, già note in età romana, che sgorgano a 87 C°, e alla fama delle cure con i fanghi (comune di 21,57 km2 con 16.000 abitanti, aponensi), 10 km a sud-ovest del capoluogo, ai piedi dei Colli Euganei.

 S. LORENZO rifatta nel secolo XVIII con campanile del Trecento.

KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

Dintorni

Monteortone

SANTUARIO (1435-97) Costruzione rinascimentale; all’ interno, la parte più interessante è il presbiterio, affrescato da Jacopo da Montagnana, pittore del XV attivo nella provincia di Padova, con un altare a nicchia, tipica opera del Rinascimento composta con elementi di stile classico.

abano terme santuario monte ortone (1)

abano terme santuario monte ortone (3)

abano terme santuario monte ortone (4)

CONVENTO gotico quattrocentesco

abano terme santuario monte ortone (2)

EREMO DI MONTE RUA, di origine trecentesca, ma completamente rifatto nel Cinquecento.